fbpx

È stata approvata l’App per tracciare il contagio del Coronavirus in Italia

Epidemia - Photo by Giacomo Carra on Unsplash

social di ikkoyeah

Condividi su


Breve riassunto Per fronteggiare la diffusione del Coronavirus il governo italiano ha approvato l'App Immuni. Questa App potrà essere impiegata per il "Contact tracing"..


Per fronteggiare la diffusione del Coronavirus il governo italiano ha approvato l’App Immuni. Questa App potrà essere impiegata per il “Contact tracing”.

Cosa significa “Contact tracing”?

Illustrazione del Contact Tracing - credit CFCF
Illustrazione del Contact Tracing – credit CFCF

In ambito di pubblica sicurezza il “Contact tracing“, letteralmente tracciamento dei contatti, è l’identificazione dei soggetti che sono venuti a contatto con persone infette (in questo caso da coronavirus).

Perché è importante questo processo?

Identificando le persone che sono venute a contatto con soggetti infetti è possibile avvertirli per verificare se siano stati contagiati. Lo scopo è quello di ridurre il contagio il più possibile.

Immuni: l’App italiana per il tracciamento

Tracciamento
Tracciamento

L’App che è stata scelta dal governo italiano per il contact tracing si chiama Immuni ed è stata sviluppata dall’azienda milanese Bending Spoons in collaborazione con il CMS.

Come funziona il tracciamento?

Illustration of bluetooth connection - created by rawpixel.com
Illustration of bluetooth connection – created by rawpixel.com

Il tracciamento dei contatti viene effettuato tramite tecnologia Bluetooth. L’app fa emettere dallo smartphone un segnale univoco tramite bluetooth che viene ricevuto dagli altri smartphone con la stessa App nel raggio di un metro.

Non verranno quindi immagazzinati dati personali tipo la propria posizione. Semplicemente verrà creato un database delle persone che sono venute a contatto con soggetti infetti.

Nel caso uno dei soggetti dovesse risultare positivo al virus, il sistema gli permetterà di avvisare le persone con cui è venuto a contatto ravvicinato nei giorni precedenti.


Condividi su